Rosario Minardi

LIBERO AMLETO

LIBERO AMLETO – “Tinturìa ‘u to nomu è fimmina”.
da W. Shakespeare
con Saro Minardi
regia di Carlo Ferreri
progetto e produzione di Marco Tringali
scene e costumi di Salvo Manciagli
Assistente scenografo Antonio Zagami
scrittura del movimento Giovanna Amarù
suono Paolo Schembari
L’intrigante traduzione e adattamento in dialetto ragusano della celebre opera di W. Shakespeare, curata e interpretata sulla scena dall’attore Saro Minardi, incarna la disperazione di un carcerato che detenuto in totale isolamento, interpreta nel suo linguaggio popolare l'”Amleto”. Il testo gli darà la forza per sopravvivere e non impazzire, attraverso tutti i personaggi della storia, sublimando l’irreversibilità della follia in un allucinato soliloquio.